Non sai che cos’è eToro e vorresti ottenere più informazioni? Se sei un neofita, sappi che quest’ultima è una piattaforma che ti consente di poter fare trading online e investire in borsa.

La società è una multinazionale di brokeraggio. Una delle maggiori imprese e molto apprezzata per la tua affidabilità e notorietà. É stata fondata a partire dall’anno 2006 e da allora, il suo successo è praticamente inarrestabile.

Ancora oggi il broker eToro è uno dei più noti e conosciuti, sopratutto per due funzionalità molto importanti (specialmente per un neofita), il copy e il social trading. Non temere, te ne parleremo in questa guida.

Noi di Giocareinborsa.info vorremmo metterti al corrente delle potenzialità di eToro, ma prima chiaramente, dovrai conoscere ogni sfaccettatura del software di riferimento per il trading online.

Chi è eToro e quando è nato? Un po’ della sua storia

Storia e fondazione eToro

Fonte: Flickr

Prima che tu possa chiedere come funziona eToro e quando cominciare ad investire, ci sembra opportuno illustrarti parti della sua storia. Inizialmente la piattaforma è nata nell’anno 2006 e fondata da Tel Aviv, in Israele.

L’anno dopo però, tre imprenditori di elevata notorietà, Yoni Assia, Ronen Assia e David Ring, decidono di rivoluzionare il mondo del trading, proprio grazie ad eToro. Rendendo la piattaforma accessibile a chiunque volesse lanciarsi in quest’attività lavorativa.

Sempre nello stesso anno (2007), su eToro nasce la piattaforma visuale FX trading. Delle fantastiche rappresentazioni grafiche che hanno reso il lavoro più “divertente” e meno “monotono”.  L’idea era quella, di semplificarlo e farlo piacere fin da subito.

Durante il mese di maggio 2009, il broker eToro inseriva all’interno del suo broker, un sistema tecnologico all’avanguardia, WebTrader, con strumenti professionali idonei sia a principianti che per i più investitori più esperti.

Il mese di luglio 2010 per eToro, è stato un anno importantissimo. Grazie alla sua funzionalità “CopyTrader” ha potuto attrarre molta gente, che gli ha consentito poi di vincerne Finovate Europe Best of Show per il 2011.

Ad aprile 2012 l’accesso al trading di eToro e alla tecnofinanza diveniva sempre più facile, grazie all’applicazione del broker in questione, che era stato messo a disposizione sia per il sistema operativo Android che iOS.

Solo un anno dopo, nel 2013, il broker introduce nuove azioni. Infatti, oltre alle materie prime, valute e gli asset già disponibili, gli esperti hanno aggiunto una molteplicità di azioni, permettendo ai trader di poter diversificare ancora di più i loro portafogli (pratica molto importante nel trading) e quindi di capitalizzare il denaro in gran parte del mercato azionario globale.

Trascorsi due anni, precisamente ad ottobre 2015, la società introduce al suo interno, sia le possibilità di fare trading online e giocare in borsa di WebTrader, che la funzionalità conosciuta sotto il nome di social trading di OpenBook, in un’interfaccia molto più innovativa, semplice e intuitiva.

La piattaforma continua la sua rivoluzione a febbraio dell’anno 2016. Durante questo periodo nasce CopyPortfolios (in precedenza chiamato  CopyFunds). Un prodotto innovativo di investimento “a tema” con obiettivo di profitto a lungo termine.

I CopyPortfolios sono (come si può immaginare dal suo significato letterario) dei portafogli gestiti al cui interno sono inclusi i Top Traders o diversi asset già studiati mediante una strategia di mercato. Gran parte dei CopyPortfolios sono sotto il controllo di potenti motori di apprendimento automatico, il cui obiettivo è  quello di generare il rendimento più elevato in un preciso momento.

2017 – 2018 eToro aggiunge le criptovalute (anche USA)

Dopo aver raggiunto il primo obiettivo, di esser riconosciuto come pioniere del trading di Bitcoin, durante l’anno 2013, il broker eToro grazie ai CFD (Contratti per Differenza), la piattaforma ha aggiunto nella sua offerta, una serie di criptovalute, permettendo ai trader, di poter giocare in borsa e investire in:

  • Ethereum;
  • Ripple;
  • Litecoin.

La piattaforma di brokeraggio, nel mese di luglio 2018 comincia la vera e propria Fase 1, per ampliare il servizio anche nel mercato degli Stati Uniti d’America. La società ammette che l’obiettivo non è solo quello di dar la possibilità ai clienti statunitensi di investire in un’unica offerta di criptovalute, ma c’è ben altro (a cui starebbero lavorando).

Sede legale e contatti telefonici eToro

Conoscere la sede legale di eToro e venire a conoscenza dei suoi contatti telefonici, ti consentirà di poter risalire alla società nel caso in cui riscontrassi problematiche non risolvibili online.

La multinazionale ha sede in Europa, in Inghilterra, in Australia e negli USA.

eToro (Europe) Ltd

4 Profiti Ilia Street
Kanika International Business Center (KIBC) 7th Floor
Germasogeia 4046
Limassol
Cyprus

Telefono:+357 25262100

eToro (UK) Ltd

24th floor,
One Canada Square
Canary Wharf London,
E14 5AB
United Kingdom

Numero di telefono: +44 02038687213

eToro USA LLC

221 River St.,
9th Floor
Hoboken, NJ 07030
USA

eToro AUS (Australia) Capital PTY Ltd.

Level 33, Australia Square,
264 George Street
Sydney NSW 2000
Australia

Numero di telefono: 1-800 778 439

13 Strumenti e aspetti di eToro, che ti invitiamo a conoscere

Una piattaforma di brokeraggio come eToro, deve sapersi differenziarsi rispetto ai suoi concorrenti. E cosa c’è di meglio, se non prospettarsi 13 strumenti e aspetti da conoscere su essa?

  1. Strumenti offerti per gli asset finanziari;
  2. Regolamentazione degli enti autorevoli quali CONSOB e CySEC;
  3. Registrare un conto, reale o demo con soldi virtuali;
  4. Depositi e prelievi;
  5. Spread e commissioni basse;
  6. Formazione gratuita;
  7. Piattaforme;
  8. Esecuzione degli ordini;
  9. Social Trading e Copy Trading;
  10. Leva finanziaria;
  11. Privacy garantita;
  12. Programma Invita un amico;
  13. Programma Popular Investor;

Ognuno di essi può essere più o meno complesso, per questo motivo vorremmo spiegarti esattamente come funziona eToro e perché andrebbe utilizzato rispetto ai suoi competitor.

Come funziona eToro e da dove iniziare

Se ti sei interessato ad eToro e vuoi sapere come funziona, vorremmo spiegarti come usarlo al meglio e soprattutto, da dove iniziare. Devi saper che il broker in questione è multiasset, ovvero puoi operare su più mercati in modo diretto (comprando azioni) o indirettamente con i CFD.

A questo punto ti starai chiedendo cosa sono i CFD, ovvero i Contratti per Differenza, che ti consentiranno di poter investire soldi in azioni, valutematerie prime.

I CFD seppur sono definiti vantaggiosi, allo stesso tempo dovrai pur sempre studiare e prepararti per un’ottima previsione. Al contrario del semplice acquisto delle azioni, con i Contratti per Differenza non possederai quel determinato asset.

Il tuo profitto quindi, potrà dipendere sia nel caso in cui il valore di una società salga, che quando scende. Per questo motivo i CFD li definiamo come strumenti finanziari derivati.

Tutti gli asset finanziari eToro per negoziare

Considerando che eToro è un broker autorizzato dalla CONSOB ( Commissione nazionale per le società e la Borsa) per gli asset finanziari che mette a disposizione, potremmo definirlo come la miglior piattaforma di trading online.

All’interno del broker potrai investire in Forex, comprare azioni, materie prime, indici, ETF e criptovalute. Curioso di conoscerli uno per uno? Iniziamo!

Investire sul Forex di eToro

Prima di parlarti delle valute su cui poter investire in eToro, va specificato brevemente cos’è il Forex. Anche noto come Foreign exchange market, indica la possibilità di speculare sullo scambio di valute di tutti i mercati.

Ma quali sono quelle valute disponibili sul broker di brokeraggio con sede a Cipro? 

  • Euro
  • Dollaro Americano
  • Sterlina
  • Dollaro Australiano
  • Yen
  • Dollaro Canadese
  • Franco Svizzero
  • Dollaro Neozelandese
  • Yuan cinese
  • Rublo Russo
  • Dollaro di Hong Kong
  • Rand Sudafricano
  • Dollaro di Singapore
  • Fiorino Ungherese
  • Peso Messicano
  • Zloty Polacco
  • Corona Svedese
  • Lek Albanese

Comprare azioni su eToro della Borsa di New York

Una delle possibilità più apprezzate sulla piattaforma di trading online, eToro, è la possibilità di poter acquistare azioni appartenenti alla borsa più importante di New York, ovvero il NYSE, New York Stock Exchange.

In totale saranno ben 520, le cui categorie di suddivisione sono abbastanza vaste:

  • Tecnologia
  • Materiali di base
  • Beni di consumo
  • Servizi
  • Finanza
  • Sanità

Con il tempo gli asset finanziari proposti da eToro sono sempre più in crescita. Ad oggi ne risultano più di 1000 in tutto il mondo e non di meno, vi sono anche gli indici più capitalizzati del listino di azioni della Borsa Italia, ovvero il FTSE MiB.

Comprare azioni reali senza CFDs su eToro

Un aspetto senza precedenti, implementato negli anni su eToro, è la possibilità di poter comprare azioni reali senza ricorrere ai CFD. Quindi, un trader potrà essere “al pari” di un’azionista vero e proprio, potendo:

  • Partecipare alle assemblee dei soci;
  • Impugnare il bilancio;
  • Avere diritto alla residual claim; 

Tale azioni però, viene concessa esclusivamente ricorrendo alla voce dell’ordine ACQUISTA con leva 1:1. Tutte le restanti operazioni, verranno validante tramite i Contratti per Differenza.

Ma ciò che caratterizza questo strumento di eToro è la possibilità di poter pagare la solita ed unica commissione (altrettanto bassa), nonché lo spread.

Una mossa che non solo differenzia la società multinazionale di Cipro, da tutti i suoi concorrenti, bensì la posizione tra quelle che fino a poco tempo, erano accessibili solamente alle banche tradizionali.

Trading con le materie prime di eToro (lista)

Investire e fare trading con le materie prime, seppur è un mercato molto profittevole, allo stesso tempo risulterebbe controproducente. Il motivo? La sua difficoltà.

Secondo gli analisti esperti, per poter capitalizzare sulle materie prime, vanno conosciute molto bene le dinamiche quali report, notizie dell’ultimo momento, analisi tecniche e specifiche ed ovviamente i nuovi segnali.

Di seguito, ti presentiamo tutte le materie prime su cui poter fare l’investimento grazie ad eToro:

  • Petrolio: troverai solamente la quotazione americana, nonché quella denominata Crude Oil. Ne resta esclusa chiaramente, quella di Londra, del Brent.
  • Oro: molto conosciuto come bene rifugio per eccellenza, viene definito come metallo prezioso ed è secondo rispetto al petrolio, solamente per il suo volume di scambi a scopo di lucro.
  • Argento: la sua quotazione fa riferimenti movimenti dell’oro, anche perché si tratta pur sempre di un altro metallo prezioso e considerato anch’esso come bene rifugio.
  • Rame: utilizzatissimo negli impianti elettrici e nel settore della componentistica, negli ultimi tempi il suo costo sta scendendo rapidamente a causa di una eccessiva offerta sui mercati.

Qualora riuscissi ad intercettare, il momento esatto in cui il rame si rialzerà in un’ottica futura, per te, potrebbe essere un’ottima possibilità di capitalizzare il denaro e quindi, investire.

  • Gas Naturale:  quest’ultimo viene raffinato con lo scopo di estrapolare la sua importantissima componente di metano, che a sua volta viene utilizzato negli impianti di riscaldamento e persino fornelli della propria abitazione.
  • Platino: si posizione in ultima posizione tra i metalli preziosi precedentemente citati. Il motivo è dovuto al fatto, che la sua quotazione viene influenzata da eventi molteplici e differenti da quelli che condizionano il bene di rifugio per eccellenza, l’oro.

Gli ETF di eToro per ridurre il rischio

Sai cosa sono gli ETF di eToro? Prima di tutto, quest’ultimi sono anche noti come exchange-traded fund (la cui sigla sta per ETF), nonché una tipologia  di fondi d’investimento che rientrano negli ETP (Exchange Traded Products), nonché alla grande famiglia di prodotti a indice che sono quotati, con l’obiettivo di replicare un indice di riferimento (benchmark) con interventi minimi.

Gli ETF in linea generale, ti consentono di poter ottenere un profitto (ma anche generare una perdita sia chiaro), ma con la possibilità di poter operare su un insieme di indice che a sua volta ne conterrà, diversi.

Cosa significa e quali sono i vantaggi?

  • Diversificare: ti permetterà mediante un solo trade, di poter speculare (con un solo investimento), su più indici, ma che siano contenuti in un solo insieme.
  • Speculare sull’insieme: allo stesso tempo, investire su un numero raggruppato di società, ti consentirà di fare una previsione sull’andamento di mercato più “semplice” rispetto che fare la considerazioni sulle singole.
  • Più asset e meno budget: nonostante il tuo investimento ricopra più asset finanziari, dovrai tener conto che quest’ultimo sarà e potrà essere decisamente più basso.

Naturalmente lo svantaggio, sta nel fatto della singola capitalizzazione di un’azienda, che chiaramente andrà a smontare la media matematica in un indice finanziario, sempre che in una giornata o periodo, essa sia negativa.

58 Indici ETF contenuti su eToro

La piattaforma di trading online eToro, ti concede la possibilità di poter investire su ben 58 indici ETF differenti tra loro. Ognuno di essi, appartenente ad una categoria svariata:

  • Settore tecnologico;
  • Riguardante mercati emergenti;
  • Coinvolte  nella commercializzazione ed estrazione di differenti materie prime;
  • Nel settore della vendita al dettaglio;

L’obiettivo sarà quello di individuare minuziosamente, quegli indici che potrebbero essere più profittevoli.

Su quali indici investire con eToro

Il funzionamento e la logica degli indici, funziona allo stesso modo degli ETF. Ma a differenza di quest’ultimo, gli indici azionari vanno considerati sulle varie nazioni e non sul settore di servizi o merceologico che sia.

Il software di brokeraggio eToro, ti dà l’opportunità di poter investire su oltre 13 indici differenti (te li elencheremo a breve), ma tra i più profittevoli in termini di capitalizzazione, ci teniamo a citare:

  1. Standard & Poor’s 500, abbreviato con la sigla S&P500: comprende più di 500 colossi e rappresenta la realtà dell’economia americana, includendo solo per fare un esempio, società quali Microsoft, Apple, Amazon, Facebook e via dicendo.
  2. FTSE MiB: l’indice che rappresenta per eccellenza, la Borsa Italiana nota anche come quella di Milano e quindi, di Piazza Affari. Al suo interno vi sono oltre 40 società ben capitalizzate del nostro Bel Paese.

Fatta eccezione a questi due indici, di gran lunga importanti per l’economia italiana e americana, tra gli altri troviamo:

  • Dow Jones 30:  troverai ben oltre 30 società più capitalizzate appartenenti all’industria e manifatturiera degli Stati Uniti d’America.
  • Nasdaq 100:  vi sono 100 imprese più capitalizzate degli Stati Uniti d’America.
  • Standard & Poor’s 500;
  • Italia 40*
  • Spagna 35*
  • Australia 200*
  • Cina 50*
  • Francia 40*
  • Germania 30*
  • UK 100*
  • Hong Kong 50*
  • Giappone 225*
  • Europa 50*

Si fa un chiaro riferimento alle società più capitalizzate del Paese di riferimento e in relazione a differenti settori con altrettante regolamentazioni.

Lucrare sulle criptovalute grazie a eToro

Prima di tutto devi sapere che le criptovalute non sono altro, che una rappresentazione digitale di una moneta. Anche eToro non poteva rinunciare a questa grossa fetta di mercato, che di per se risulta molto profittevole.

Grazi all’investimento delle note cryptocurrency (dal gergo inglese), sfruttando i CFD, potrai ottenere dei vantaggi non indifferenti:

  • Adoperare la leva finanziaria;
  • Operare in short;
  • Spread molto bassi;
  • Assenza totale di commissioni di intermediazione e negoziazione.

Su eToro avrai la possibilità di investire sulle criptovalute più importanti, per fartene rendere conto abbiamo deciso stilare l’elenco completo di quelle a tua disposizione:

  • Bitcoin (BTC)
  • Bitcoin Cash (BCH)
  • Ripple (XRP)
  • Ethereum (ETH)
  • Dash (DASH)
  • Litecoin (LTC)
  • Ethereum Classic (ETC)
  • Stellar (XLM)
  • Eos (EOS)
  • Neo (NEO)

Trading con le criptovalute eToro: come usarlo

Criptovalute eToro

Fonte: eToro

Per fare trading con le criptovalute eToro c’è uno strumento apposito. Se ti stessi chiedendo come usarlo, il funzionamento è semplice: iscriviti alla piattaforma (qualora non lo avessi fatto), spostati sul menù “mercati top” e clicca su criptovalute.

Si aprirà una schermata in cui dovrai selezionare l’investimento e l’asset più opportuno da fare. Scegli una valuta in cui ti senti più ferrato e a questo punto dovrai aprire una posizione:

  • Long o short, cliccando rispettivamente su uno dei pulsanti disposti dal broker, vendi o acquista.

A questo punto apparirà un popup che ti consentirà di scegliere una delle azioni che riterrai più opportune:

  • Quantità di capitale/budget da investire;
  • Leva finanziaria con cui ti senti più ad agio;
  • Take profit e stop loss.

Una volta impostati i giusti parametri, potrai completare l’operazione ed investire ufficialmente in criptovalute.

Perché eToro è assolutamente affidabile

Una delle domande che la gente fa più spesso è: eToro è affidabile oppure no? Assolutamente si, oggi infatti, te ne daremo prova. Ecco un breve elenco che ti farà rendere conto del motivo perché il broker è sicuro:

  • Autorizzazioni e regolamentazioni: gli enti preposti quali CONSOB e CySEC hanno dato il consenso di poter operare sui mercati finanziari di ogni singola nazione.

    Un’azienda che mette in chiaro i termini e le condizioni, ma soprattutto la licenza con cui opera, è sicuramente da considerare affidabile e sicura.

    eToro (Europe) Ltd., una Società di Servizi Finanziari autorizzata e regolata dalla Cyprus Securities Exchange Commission (CySEC) con licenza n. 109/10.
    eToro (UK) Ltd, una Società di Servizi Finanziari autorizzata e regolata dall’Autorità di vigilanza del Regno Unito (FCA, Financial Conduct Authority) con licenza FRN 583263.
    eToro AUS Capital Pty Ltd. è autorizzata dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC) a fornire servizi finanziari ai sensi della Australian Financial Services Licence 491139“.
  • Avvertenze sui rischi: esistono piattaforme fraudolente, il cui obiettivo è quello di alluderti a falsi e semplici guadagni, che di per se, non è così. Infatti sul footer di eToro, si legge esplicitamente quanto segue:

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 62% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi.”

Un software di trading, che di per se ti dice “guadagni garantiti“, non è sicuramente da prendere sul serio. Il suo obiettivo sarà quello di approfittare del tuo capitale e azzerarlo in tempi record.

Come aprire un conto su eToro (anche demo)

Se ti sei deciso sulla sicurezza di eToro, il come aprire un conto su questo broker, diventa molto semplice. Ti basterà infatti, registrarti inserendo i dati sensibili richiesti e poter, una volta completata l’iscrizione, iniziare anche gratuitamente, con un conto demo.

A questo deciderai se:

  1. Aprire un conto reale: il deposito minimo sarà pari a 200€ se utilizzerei uno dei metodi classici (tra cui Visa, Mastercard, Diners Club, Maestro), PayPal, Neteller e Skrill. Viceversa, se ti interessasse un bonifico bancario, l’importo da depositare dovrà essere pari a 500€.
  2. Aprire un conto virtuale: potresti utilizzare dei “soldi fittizi” proposti da eToro. Grazie a questa opportunità, potrai iniziare a comprendere gratuitamente, il mercato e quindi capire come muoverti.

Ricorda: i profili che non vengono autorizzati dovranno depositare un minimo di $2.250. Per verificarlo dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo e cliccare su “completa verifica“.

Quali sono le commissioni da pagare su eToro 

Se ti stessi chiedendo quali fossero le commissioni da pagare su eToro, il software di brokeraggio propone di aprire o chiudere posizione senza pagare alcuna commissione.

Ma cosa significa esattamente la voce “zero commissioni?”. Il broker eToro, rispetto ai suoi competitor, non ti chiederà mai alcun addebito rispetto alla transazione, né nell’immediato e neppure su gestione e/o commissione trimestrale.

L’unica operazione finanziaria in cui non è applicabile l’iniziativa “zero commissioni”, riguarda i CFD in azioni.

Un’altra cosa che devi sapere sulle commissioni di eToro è che seppur zero commissioni sia validata a qualsiasi posizione di copia con leva o di Vendita, ci sarà la commissione dello spread che sarà pari allo 0,09% e tuttavia, quest’ultima sarà soggetta alle commissioni note come overnight.

Due commissioni di eToro: cosa sono?

Quello che devi sapere, è che vi sono due tipi di commissioni su eToro:

  1. Commissione di conversione: eToro lavora con la valuta degli USA, nonché USD. I prelievi o depositi che vengono effettuati in una valuta differente da USD, sono soggetti ad una commissione che si prenderà la società, per poter effettuare la conversione di valuta.

    L’unica eccezione vale per i membri di eToro Club, che potrebbero beneficiare di uno sconto o in alternativa, di una esenzione sulle commissioni di conversione.

  2. Commissione di prelievo: la tassa fissa e quindi standardizzata, è pari a $5. Anche in questo caso però, per i membri di eToro Club vi sarà una esenzione o un forte sconto.

Tuttavia possiamo confermare che eToro, è una delle pochissime piattaforme che propongono zero commissioni e che quindi, ti dà l’opportunità di poter ricavare più profitti.

Al contrario di altri suoi concorrenti, che invece a causa di commissioni e spread alti,  fanno sì che il tuo profitto possa diminuire notevolmente.

Qual è lo spread di eToro?

Prima di tutto, devi sapere cos’è lo spread. Dal gergo tecnico spread bidask, con questo termine definiamo la differenza di prezzo tra acquisto e vendita e dal quale il broker ne ricava un guadagno.

Esempio pratico:

Ipotizziamo che il valore di un’azione sia pari a 100€ in un determinato momento storico:

  • Il broker ti permetterà di poter vendere questa azione a ben 99,90€;
  • Il prezzo di acquisto sarà fissato contrariamente a 100,10€;
  • Di conseguenza, per ogni azione che in cui ci sarà l’acquisto o la vendita, l’intermediario (in questo caso eToro) avrà ricavato un utile pari a 0,20 euro.

Lo spread viene misurato in “più piccolo movimento” la cui sigla sta per pip. Cosa significa? Che nell’esempio precedente, il minimo movimento fattibile per quella precisa azione, sia di solamente 2 centesimi di euro: lo spread equivarrà quindi, a 20 centesimi che misureremmo in 20:2 = ovvero 10 pips.

Cosa succede a questo punto? Più lo spread sarà basso, meno sarà il guadagno netto del broker, ma più alto sarà il tuo profitto.

Devi sapere però, che non tutti gli spread sono uguali. In questa guida, ti illustreremo quali sono le condizioni dettate da eToro. 

Sappi che in linea generale, gli asset più negoziati (ovvero liquidi) avranno uno spread molto più inferiore rispetto a quelli più liquidi.

Spread eToro: la lista di tutti gli asset

Come promesso, cerchiamo di capire attentamente, quali sono gli spread imposti da tutti gli asset su eToro:

  • Il Forex rappresenta e possiede uno spread molto basso, di solamente 3 pips per la coppia più liquida e quindi negoziata in assoluto, ovvero EUR/USD, euro/dollaro.

    Gli altri invece, non vanno oltre ai 4 pips, mentre i cross meno liquidi, inficiano parecchio sulla la differenza tra il denaro e lettera , che li costringe quindi a salire fino a 30 pips;
  • In riferimento all’azionario, difficilmente troverai differenze sulla base del titolo trattato. Per esempio, su quasi tutti i CFD azionari introdotti nel suo portfolio di opzioni, eToro ha fissato uno spread fisso allo 0,3% del valore dell’asset;
  • Lo spread sulle materie prime è abbastanza competitivo anche se non eccezionale. Una attenzione particolare va fatta al petrolio, molto interessante per appurare che la distanza tra bid e ask è di solamente 7 pips;
  • Purtroppo la criptomoneta Bitcoin, non si presenta molto vantaggiosa. Se fino al 2017 le condizioni per i trader erano decisamente ottimali, dopo un paio di mesi di margini strettissimi, lo spread è arrivato a toccare i 150 dollari, decisamente elevato.

Ci teniamo però, a ribadire, che anche in questo caso va tenuto conto della volatilità di mercato. Ciò significa che un asset potrebbe cambiare da un momento all’altro e senza preavviso, quindi starà a te effettuare un’ottima analisi.

La formazione eToro grazie al social trading

Il software di trading online eToro, ha pensato proprio a tutti, specialmente ai neofiti o principianti alle prime armi, che piuttosto di gettare denaro, dovrebbero cominciare a comprendere meglio questo settore molto complesso.

Come? Grazie alla formazione messa a disposizione dalla funzionalità anche nota come social trading. Che cos’è? Un insieme, una community di iscritti e investitori, con cui potrai confrontarti, comunicare e condividere strategie e risultati.

A cosa serve? A poter comunicare almeno agli inizi o qualora ne avessi bisogno, con gli iscritti e con coloro che vorrebbero darti una mano e/o monitorare gli altri investitori.

Perché devi usare il copy trading di eToro (soprattutto agli inizi)

eToro copy trader come funziona

Fonte: eToro

Avrai ben compreso che il trading online è un’attività che richiede tempo e competenza. Per consentire a tutti di poter accedere a questa magnifica opportunità, eToro ha pensato di introdurre il copy trading.

Uno strumento che ti aiuterà ad individuare i migliori trader e a poter replicare le strategie, di coloro che ti ispirano più fiducia. Nella dashboard “Copia Persone”, troverai una lista di investitori con cui poter filtrare:

  • Per più elevati guadagni;
  • Per punteggio di rischio;
  • Locazione etc.

Ti ricordiamo, che seppur nonostante con il copy trading potrai investire copiando chi ha già un livello più avanzato rispetto al tuo, questi investitori non hanno la palla magica.

Ciò significa che non avrai un guadagno garantito. Semplicemente potrai seguire e monitorare le loro strategie, anche senza che tu conosca o abbia competenze per poter operare.

Il programma di eToro Popular Investor per premiare i top trader

Se invece ti stessi chiedendo quali siano le motivazioni per cui un investitore, dovrebbe permettere agli altri, di esser seguito e copiato dopo anni di studio e strategie, la risposta è il programma di eToro, Popular Investor.

In cosa consiste? La piattaforma di trading online, consente di poter esser classificato come “miglior top trader” e quindi ricompensato in termini economici, qualora un investitore abbia nel suo portfolio più “copiatori“, ovvero aspiranti trader o principianti, che si fidino di lui.

Potremmo definirlo come un sistema democratico, con cui eToro ha permesso ai trader più esperti, di poter ottenere un guadagno aggiuntivo rispetto al loro background delle proprie finanze.

Segui il calendario economico e blog di eToro per aggiornamenti

Tra la formazione di eToro potremmo classificare anche, il suo calendario economico, il blog e la sezione dedicate agli avvenimenti e notizie rare.

Immaginerai che un trader, non può non conoscere determinate notizie, specialmente se quest’ultime comprendono e influenzano l’andamento di mercato su cui si sta o si vorrà investire.

  • Calendario macroeconomico: include tutti quegli aggiornamenti o avvenimenti, di cui un trader non potrebbe fare a meno: decisioni dei Ministri in riferimento ad alcune istanze più particolari, interventi dei manager delle banche centrale e il rilascio di dati che influenzerebbero il mercato.
  • Analisi di mercato giornaliere: aiutano a monitorare ogni asset finanziario sul quale poter investire, dalle criptomonete ad ogni cambiamento economico di un paese (utile come nel caso della speculazione sugli indici).
  • News: è la sezione meno aggiornata di tutte, ma tiene conto dei case history di successo su eToro o di eventuali update e avvenimenti simili, su eToro.

Ti suggeriamo di dedicare parte del tempo a quest’attività quotidiana, in modo tale da poter ottimizzare i tuoi investimenti sul trading, che come sai, è un mercato decisamente volatile.

Atto pratico: eToro come usarlo dopo l’iscrizione

Una volta effettuata correttamente l’iscrizione su eToro, ti chiederai come usarlo al meglio. La prima schermata ti apparirà una “My Watchlist“. Al suo interno ci saranno gli asset finanziari più liquidi, quindi negoziati.

Potrai stabilire se interessarti ad uno di essi o cercare uno di tuo piacimento, sfruttando la barra di ricerca. Dopo aver appurato e analizzato i grafici, potrai effettuare le tue operazioni di rialzo o ribasso.

Una volta aver utilizzato al meglio eToro, giorno dopo giorno potrai selezionare gli asset di tuo gradimento e da seguire costantemente, per poi inserirli nella famosa “My Watchlist”.

Broker eToro: differenza tra ECN e STP

Forse non sai e ben pochi ti diranno, qual è la differenza tra ECN e STP. Il primo si traduce in “Electronic Communication Network“, ciò significa che eToro interverrà fornendo ai suoi clienti, un accesso immediato ai mercati interbancari e senza influenzare in alcun modo i prezzi.

Riguardo il modello Straight-Through-Processing, la cui sigla sta per STP, rispetto al precedente, è meno trasparente in quanto il broker piazzerà direttamente gli ordini degli iscritti su un determinato mercato, per individuare direttamente nelle borse, una controparte idonea alla negoziazione.

Il metodo cambia nel caso in cui eToro vesta i panni del market maker, ovvero quella figura di intermediazione che si assumerà la responsabilità in prima persona. In questo caso il broker, dovrà equiparare i prezzi rispetto ai listini desiderati dai clienti.

La leva finanziaria su eToro, come funziona?

Anche eToro dispone di una leva finanziaria differente rispetto all’asset di riferimento. La leverage può elevarsi e cambia in base alla volatilità: sul Forex, per fare un esempio, quest’ultima è più elevata in quanto il mercato è più liquido e quindi sicuro.

  • Azioni: leva fino a 1:5, qualche volta 1:10;
  • Forex: leva fino a 1:30;
  • Criptovalute: leva fino a 1:5 (ma di solito all’1:2, il suo valore dipende molto dalla volatilità del periodo storico di riferimento);
  • Indici: leva fino a 1:10;
  • Materie prime: leva fino a 1:10;
  • ETF: leva fino a 1:5.

Come guadagnare con il programma di eToro “invita un amico”

Se fossi interessato a provare eToro e poi sponsorizzarlo ai tuoi amici o familiari o anche conoscenti, grazie al programmaInvita un amico“, il broker attraverso un semplice link da condividere, ti consentirà di guadagnare fino a massimo 200€.

Affinché ti venga riconosciuta la provvigione, l’amico che si iscriverà attraverso il tuo link di invito (non temere, eToro terrà conta del tracciamento), dovrà effettuare il deposito minimo, che resta fissato a $200

Potenzialmente, il tuo profitto massimo sarà di 200€, quindi significa che oltre i 10 amici invitati, eToro non ti riconoscerà più alcuna commissione. 

Ma i vantaggi non finiscono qui, infatti per ogni amico che accetterà il tuo invito e depositerà i primi soldi, sia a lui che a te, vi verranno riconosciuti $20 aggiuntivi. Niente male vero? Soprattutto per te, che potresti iniziare a fare trading praticamente gratuitamente.

Vantaggi e livelli di eToro Club

Hai intenzione di iscriverti o hai sentito parlare di eToro Club ma non sai esattamente come funziona? Grazie a questo programma, potrai ottenere molteplici vantaggi, tra cui: 

  • Servizio su misura per le tue esigenze;
  • Accedere ad eventi sportivi esclusivi;
  • Eventi culturali e finanziari sponsorizzati.

Ma quali sono i livelli accessibili? E come è possibile scalarli uno per uno? Prima di tutto, ti elenchiamo quelli che sono i livelli che un trader può far parte riguardo eToro Club.

Silver

I membri silver di eToro Club, possono ottenere l’esclusività di accesso ai webcast del broker, che gli consentirà di poter conoscere le sfaccettature e gli approfondimenti di ogni mercato.

Gold

Qualora aderissi al livello Gold, otterrai gli stessi vantaggi degli iscritti al Silver, ovvero invito a webcast live, update di analisi di mercato e come surplus, una linea di credito di eToro, oltre che l’accesso ad un profilo di management dedicato.

Platinum

Qualora rientrassi tra i membri Platinum, i vantaggi sarebbero i medesimi di chi fa rientra nel livello Gold oltre che ovviamente, benefit aggiuntivi, che riassumiamo in:

  • Esenzione dalle commissioni di prelievo;
  • Accesso ad una piattaforma di in via privata;
  • Una carta di debito marchiata eToro (working in progress) e l’accesso prioritario ed esclusivo a nuove linee di prodotti, funzionalità e asset di trading.

Non di meno, tra gli ulteriori servizi e vantaggi si aggiungono: 

  • Analista privato (personale) se il membro Platinum lo richiede;
  • Abbonamento dedicato al Financial Times;
  • Partecipazione esclusiva ad eventi riservati e speciali.

Diamond

Senza fare alcun discriminazione, ma per eToro, i membri Diamond così come la pietra, meritano ancora più esclusività. Infatti, quest’ultimi comprendono ovviamente, tutti i benefit citati nei livelli precedenti (Silver, Gold e Platinum) con l’aggiunta di:

  • Totale esenzione sulle commissioni di cambio;
  • Partecipazione all’evento di elevato prestigio, che la società detiene annualmente,  eToro Diamond Gala.

Prima di esporti i costi del programma eToro Club, ecco le precisazioni effettuate dalla società:

*La linea di credito è disponibile solo per i clienti che operano secondo la normativa CySEC
*Lo sconto e l’esenzione della commissione di cambio si applicano ai depositi e prelievi non in USD ricevuti tramite bonifico bancario.
Questo non è un consiglio d’investimento.
*L’assegnazione dell’Account Manager è basata sulla disponibilità. Se si richiede l’accesso immediato a un Account Manager, si prega di contattare il Servizio Clienti e lo assegneremo il prima possibile.

I requisiti e costi per accedere al programma eToro Club

Il programma eToro Club non prevede soltanto una fee annuale, ma per poter aderire a quest’ultimo, dovrai soddisfare dei requisiti: avere all’interno del tuo conto di brokeraggio, un patrimonio netto di: 

  • Silver: $5.000
  • Gold: $10.000
  • Platinum: $25.000
  • Platinum+: $50.000
  • Diamond: $250.000

Ogni qualvolta il tuo patrimonio si innalzerà, senza alcuna richiesta volontaria, eToro ti premierà e ti farà passare al livello successivo, un po’ come accade nei videogames.

Ma cosa significa patrimonio netto/realizzato? Per ottenerlo, il calcolo da effettuare sarà:

Il valore dei fondi non investiti nel saldo + il valore originario investito in qualsiasi posizione aperta, senza tenere conto del P/L di eventuali posizioni aperte nell’account.”

Tasse eToro: come comportarsi fiscalmente

Chi fa trading online è a tutti gli effetti un lavoratore autonomo, ciò significa che eToro non è un sostituto di imposta. La società multinazionale non trattiene nessun tipo di tasse sui ricavi e profitti che farai con quest’attività.

Il dovere dell’investitore autonomo (ovvero tu come trader), sarà quello di versare l’F24 autonomamente, per far sì che il governo italiano, venga a conoscenza della tua dichiarazione dei redditi e dei guadagni di questa attività.

Il tuo conto trading dev’essere dichiarato al fisco, poiché essendo una piattaforma estera e presente in tutto il mondo, non potrà fungere da sostituto di imposta e né tanto meno, dichiarare i proventi al posto tuo.

In questo caso, il miglior suggerimento che ci sentiamo di darti è di affidarti ad un commercialista esperto. Solo lui ti saprà indicare la soluzione più idonea per avviare “quest’attività imprenditoriale”.

Se ti stessi chiedendo a quanto ammontino le tasse, la percentuale è pari al 26% in riferimento ai profitti netti, indipendentemente dal livello di reddito in cui tu ti trova.

Meglio scegliere broker come eToro o un sostituto di imposta?

Devi sapere, perché crediamo fortemente che tu te lo stessi chiedendo, che in giro sul web potresti trovare dei broker di trading online, che si occupino anche di farti da sostituto di imposta.

Ma quanto sono affidabili? Sono così sicuri come eToro? Per nostra esperienza ti diciamo schiettamente, no. Purtroppo quelli che promettono di “pagare le tasse” al posto tuo, alla fine si rivelano, non solo fraudolenti, ma applicano persino commissioni ben sopra la media e di gran lunga elevate

A questo punto potresti domandarti “cosa succede se non dichiaro i miei guadagni dal trading online?”, oltre che un discorso poco etico, il rischio sarebbe di incorrere a sanzioni molto salate, che ti impedirebbero di vivere la tua vita serenamente.

Il broker eToro citato dai colossi digitali e di stampa

Al contrario di quanti molti pensino, eToro ha confermato la sua fama e autorevolezza, grazie anche alla sua citazione da parte di colossi e dalla stampa più affermata in tutto il mondo. Tanto per prendere qualcuno in esempio:

  • The Telegraph;
  • Financial Times;
  • Bloomberg;
  • City A.M.

Anche qualora non ti occupassi di giornalismo, siamo sicuri che almeno più delle metà di questi giornali internazionali tu li conosca o ne abbia sentito parlare.

Pensi mica che un solo colosso, parlerebbe del broker in questione, se solo avesse il minimo dubbio sulla sua affidabilità? Nessun giornale o brand rovinerebbe la sua immagine, neppure previo pagamento da sponsorizzazione.

Diffida invece, da quelle piattaforme e siti web che spingono l’iscrizione al broker sostenendo che VIP e personaggi pubblici, si sarebbero arricchiti grazie al trading automatico al software che promuovono.

Come riconoscere questi truffatori? Troverai titoli del tipo:

Ecco come Gianluca Vacchi è diventato ricco con questo programma”

La verità sul patrimonio miliardario di Flavio Briatore

Purtroppo, questi noti volti vengono “usati” senza alcun consenso, tanto che qualcuno di loro ha provveduto a denunciare i truffatori del web.

Conclusioni eToro: quali sono le nostre opinioni

Prima che tu possa decidere di investire o meno su eToro, ci teniamo ad illustrarti le nostre opinioni e conclusioni sui vantaggi e svantaggi di questa piattaforma di trading online.

Come potrai leggere benissimo online, molta gente sui forum e blog di settore ammette di essersi trovata bene, altri invece, sostengono addirittura, che con eToro non si possa ottenere alcun profitto. 

MA qual è la verità? Il programma eToro funziona, è sicuro, affidabile e soprattutto autorevole. Il problema di chi non ha ottenuto risultati, è perché molto probabilmente non si è impegnato abbastanza.

Le funzionalità di social e copy trading potrebbero essere fraintese da molti, perché vengono interpretate come dei metodi di guadagno facile e possibilmente, qualche sciacallo pur di ottenere la sua affiliazione su invito, li ha convinti alludendoli alla ricchezza immediata.

Ma non è affatto così, il software ad oggi divenuto molto famoso, ha integrato questi due mezzi, soltanto per aiutarti qualora tu non abbia le competenze per cominciare ad investire seriamente.

Non dimenticare che tra l’altro, eToro è autorizzato ad operare in tutto il mondo, grazie all’autorizzazione prevista sia dalla CONSOB che dalla CySEC.

Non tutti i broker posseggono queste documentazione essenziali. Alcuni, avranno come finalità quella di rubarti il denaro e purtroppo, non lo rivedresti più, perché con molta probabilità i truffatori avranno già trasferito il tuo capitale in un conto corrente offshore.

Cosa significa? Che quella cifra sarà in un paradiso fiscale, in cui né magistratura e neppure giurisdizione italiana, potranno intervenire. Assicurati sempre, che il broker di trading online, sia autorizzata e verifica il numero di licenza e se la società è stata bannata dalla CONSOB.

In conclusione, ti possiamo confermare che eToro è sicuro, potresti cominciare anche gratuitamente aprendo un conto demo che ti consentirà di comprendere, analizzare il mercato e capire la logica del broker.